Caricamento Eventi

INFERNO
Sonorizzazione dal vivo degli OvO

Il concerto è nel programma di BIGLIA – palchi in pista, il nuovo circuito di Ater Fondazione dedicato alla musica dal vivo e costituito da Locomotiv Club di Bologna, Bronson di Ravenna, OFF di Modena, Circolo Arci Kessel di Cavriago,  insieme a due teatri del Circuito Regionale Multidisciplinare di ATER Fondazione: il Teatro Comunale “Laura Betti” di Casalecchio di Reno e il Salone Snaporaz di Cattolica.


OvO
Stefania Pedretti: voce, chitarra, synth
Bruno Dorella: percussioni, sample, synth


In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, è in arrivo il 28 ottobre presso il Salone Snaporaz di Cattolica la sonorizzazione dal vivo di “Inferno” (1911, 68′, regia di Bertolini, De Liguoro e Padovan), primo film italiano sulla Divina Commedia, kolossal muto che narra con fedeltà la prima cantica del capolavoro di Dante. A cimentarsi con la sonorizzazione saranno gli OvO, la band indie noise rock, sulla scena da oltre vent’anni, formata da Stefania Pedretti (ex Allun ed oggi anche ?Alos) e Bruno Dorella (ex Wolfango, oggi anche in Bachi Da Pietra e Ronin). Ambientazione dantesca, estetica “bizarre” e genuina ferocia del film, si fondono con il lato ironico e grottesco del duo rumorista ravennate, avvolti dalla cornice del Salone Snaporaz.

INFERNO (1911, Italia, 68′)
Regia: Francesco Bertolini, Giuseppe de Liguoro e Adolfo Padovan
Cast: Salvatore Papa, Arturo Pirovano, Attilio Motta
Produzione: Saffi-Comerio, Milano Films
Distribuzione: Goffredo Lombardo

Primo film italiano a cinque bobine, primo ad essere iscritto nel pubblico registro delle opere protette, primo film europeo per impegno letterario e artistico, INFERNO è composto da 54 scene e narra con fedeltà la prima cantica della Divina Commedia: nella selva oscura Dante incontra Virgilio e con lui inizia il percorso straordinario tra gironi e Malebolge. Si tratta del primo film al mondo uscito come opera d’arte e non come esperimento tecnico, e fu infatti presentato nei teatri, dove gli effetti speciali crearono svenimenti tra il pubblico. Difficile pensare a un connubio più naturale di un Inferno musicato dagli OvO. Non solo perché l’ambientazione del capolavoro dantesco si presta perfettamente alla musica del duo, ma anche perché la realizzazione (miracolosa e terrificante nel 1911) ha oggi un sapore di ingenuità “vintage” che lascia spazio anche al lato ironico e grottesco del gruppo ravennate. Estetica “bizarre” e genuina ferocia saranno dunque gli ingredienti con cui gli OvO rendono omaggio al più grande poema di tutti i tempi. L’approccio filologico del film ha permesso al duo di descrivere un’ambientazione per ogni girone rappresentato, usando sia i tradizionali strumenti rock degli OvO che l’elettronica. Tutta la musica è scritta ad hoc per il film, e infatti il gruppo performa dando le spalle al pubblico e guardando il film, come faceva l’orchestra (o il pianista) nel 1911.

Biografia OvO
Il duo italiano noise-rock OvO è al centro delle scene post-rock, industrial-sludge e avant-doom di tutto il mondo da due decenni. La mentalità “da tour”, unita a etica DIY, approccio senza alcuna paura e polverizzanti spettacoli dal vivo, li ha resi i Jucifer d’Europa; impossibili da classificare, ma sempre lì, pronti a materializzarsi nella tua città, come un’onnipresenza spettrale. Filosofia fieramente indipendente e serrati programmi dal vivo hanno fatto guadagnare agli OvO una fanbase internazionale che non vede l’ora di accogliere gli sviluppi più audaci e innovativi della loro musica dark. Operativi a Ravenna, gli OvO sono stati fondati nel 2000 da Stefania Pedretti e Bruno Dorella, e a oggi, incluso il nuovo Miasma, hanno realizzato nove album, oltre a vari split e incisioni dal vivo, unendo strumentazione elettronica e acustica, ispirandosi ad artisti come Swans e Diamanda Galás. Il precedente Creatura, uscito nel 2016, ha ricevuto l’apprezzamento di Pitchfork, che ha accostato Pedretti a Yoko Ono, e di Decibel Magazine, che ha definito la band “un dance party di David Lynch”. Gli OvO si sono esibiti nei festival di quasi tutti i continenti e sono stati a lungo in tournée, anche in compagnia di artisti di prestigio come Lightning Bolt, Zu e molti altri.


Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
tel.0541.966778 – mail info@teatrodellaregina.it